USO TOPICO DELL' OLIO DI CBD


La pelle è l’organo più esteso del nostro organismo e svolge diverse funzioni molto importanti.
Innanzitutto, la pelle riveste il nostro corpo e lo protegge dagli agenti esterni e, grazie ai moltissimi recettori presenti a livello cellulare, riconosce e invia innumerevoli segnali al sistema nervoso centrale e a quello immunitario.
Tra i recettori presenti a livello epidermico, troviamo anche quelli che fanno parte del sistema endocannabinoide cutaneo, localizzati in varie cellule tra cui cheratinociti, fibrobalsti, melanociti, mastociti, ghiandole sudoripare e sebacee.
Nella cute, il sistema endocannabinoide concorre a regolare la crescita, lo sviluppo e il metabolismo delle cellule, oltre a partecipare alla risposta immunitaria nei processi infiammatori.
I recettori del sistema endocannabinoide sono di due tipi, CB1 e CB2, e vengono attivati sia dai cannabinoidi prodotti dal nostro organismo (gli endocannabinoidi) sia dai fitocannabinoidi che dai cannabinoidi di sintesi.
L'attivazione dei recettori dei cannabinoidi a livello della cute migliora la funzione barriera della pelle, agendo sulla sua idratazione e sulla produzione di lipidi, ed esercita un'azione antinfiammatoria.
Il cannabidiolo è un cannabinoide noto anche come CBD estratto dalla Cannabis sativa che mima gli effetti degli endocannabinoidi. A differenza del THC, il CBD non presenta effetti psicotropi e, negli ultimi anni, l’interesse verso questo composto è molto cresciuto anche in ambito cosmetico per mantenere la pelle giovane e sana nel tempo e nel trattamento di disturbi e malattie cutanee per ripristinare la salute della cute.

 La letteratura scientifica sul CBD riconosce al cannabidiolo delle proprietà terapeutiche importanti, soprattutto per il suo potere analgesico e antinfiammatorio.

L’azione antinfiammatoria del CBD può essere sfruttata anche in caso di psoriasi, una malattia della pelle di tipo autoimmune che provoca la comparsa di placche inspessite, arrossate e desquamate.
Tali placche compaiono soprattutto su mani, gomiti, ginocchia, ma possono interessare diverse aree del corpo e del viso, provocando fastidio fisico e disagio psicologico.

Le cause della psoriasi sono molteplici e al momento non esiste una cura in grado di bloccare la comparsa delle placche, ma i trattamenti topici a base di CBD hanno dimostrato di essere efficaci nel migliorare i sintomi di questa malattia.
Il CBD è infatti in grado di inibire la proliferazione dei cheratinociti responsabili dell’inspessimento della pelle a livello delle placche, idratare la pelle desquamata e lenire l’infiammazione, diminuendo l’arrossamento e l’eventuale prurito associati alla psoriasi.
Un aspetto da non sottovalutare è che i trattamenti topici a base di CBD sono altamente tollerati e non presentano effetti collaterali, dunque possono essere portati avanti anche per lunghi periodi senza alcun problema.

 L’Olio di CBD utilizzato come prodotto topico fornisce una quantità sufficiente di CBD direttamente sulla parte infiammata e/o dolorante dando un sollievo ad azione rapida e permettendoti di gestirne i benefici analgesici, antinfiammatori e rilassanti per i muscoli. L'applicazione topica offre una lunga lista di benefici, dove uno dei più comuni è la sua capacità di alleviare i dolori localizzati.

Ad esempio, se soffri di dolori alla schiena, ad un ginocchio, alle articolazioni o in qualsiasi altra zona del corpo alcune gocce di olio di CBD spalmate direttamente sulla parte dolorante potrebbero diventare le tue nuove migliori alleate.

Oltre al dolore, l’uso topico dell’olio di CBD può anche trattare lievi irritazioni della pelle, come graffi, abrasioni, ustioni, punture di insetti e persino smagliature. Inoltre, è stata clinicamente dimostrata la sua efficacia nel trattare alcune malattie della pelle, come l'acne. Ciò è dovuto alla natura antinfiammatoria e alle efficaci proprietà antibatteriche del CBD.

 L’uso topico dell’olio di CBD quindi è utile per :

  • Dolori muscolari
  • Dolori alle articolazioni
  • Infiammazione
  • Scottature solari
  • Artrite
  • Eruzioni cutanee
  • Pelle secca o prurito
  • Psoriasi
  • Eczema
  • Tagli, scorticature o pelle danneggiata
  • Acne

 Se ti stai avvicinando solo ora ai cosmetici alla canapa vogliamo richiamare la tua attenzione sul fatto che l’olio di CBD non è la stessa cosa dell'olio di semi di canapa: i due sono spesso commercializzati in modo intercambiabile, ma l'olio di CBD è riccamente concentrato di cannabidiolo, mentre l'olio di semi di canapa contiene solo tracce di cannabidiolo, se e quando presenti.

 Come applicarlo?

 E’ sufficiente rilasciare alcune gocce di Olio e massaggiarlo sull’area interessata come se fosse una crema, il resto lo farà il CBD. Ogni volta che ne senti il bisogno, dopo aver pulito la zona di pelle che vuoi trattare, versa alcune gocce di Olio di CBD AGRIOM al 10% sul palmo della mano e distribuiscile con un lieve massaggio. Oppure puoi mescolare qualche goccia di olio di CBD con la crema che usi abitualmente ed utilizzarla sul viso come un ottimo rimedio antinvecchiamento.
applicare-olio-cbd-topicoJPEG